Una barboncina in calore.

Calore nel cane

Oggi parliamo di Barboni femmine!

Questo articolo è per quei proprietari che si ritrovano per la prima volta con una femmina in casa e hanno bisogno di fare un po’ di chiarezza sull’argomento “calore”!

Il calore nella femmina è un evento naturale, ma può portare un po’ di stress ai proprietari. In questo periodo ci si può trovare a fare i conti con qualche fastidio pratico dovuto alle perdite di sangue e anche a cambiamenti comportamentali dovuto agli sbalzi ormonali. E’ bene quindi prendere qualche informazione.

I cani mediamente vanno in calore 2 volte l’anno, ma ci sono alcuni soggetti che vanno in calore anche 3 volte o 1 sola, come il Dingo e il Basenji che sono razze un po’ meno manipolate dalla selezione umana.

La femmina avrà il primo calore una volta raggiunta la pubertà.

Il raggiungimento della pubertà non avviene per tutte nello stesso periodo, è un fattore molto soggettivo ma si può dire che mediamente avviene tra il settimo e il decimo mese. Ha però un’oscillazione che può andare addirittura dal quarto al ventiquattresimo mese.

Il ciclo nel cane è formato da 4 fasi: Proestro, Estro, Metaestro, Anestro

La fase che interessa di più i proprietari è l’Estro perché è la fase “pericolosa”, a rischio gravidanza, ma è bene conoscere tutte e 4 le fasi.

  • quando inizia la fase del Proestro, la vulva si gonfia e possono presentarsi delle perdite vaginali, di liquido chiaro o sangue. Questa fase ha una durata media di 10 giorni ma può variare da un minimo di 3 fino ad un massimo di 17 giorni. In questa fase la cagnolina NON è fertile e tendenzialmente tenderà a rifiutare i corteggiatori.
  • segue la fase dell’Estro. In questa fase che mediamente dura 9 giorni, ma può variare tra 3 e 20 giorni, la femmina è fertile e il rischio gravidanza è altissimo. La vulva inizia a sgonfiarsi e le perdite diventano più acquose. La vostra cagnolina in questa fase avrà più ovulazioni e la sua disponibilità all’accoppiamento sarà alta. E’ in questa fase che bisogna fare attenzione e tenere lontani i maschi se si vogliono evitare gravidanze indesiderate.

In questa fase aumenta notevolmente il livello di estrogeno che può portare qualche cambiamento comportamentale. Vi riporto un interessante stralcio del libro del veterinario Bruce Fogle “La mente del cane”.

Sotto l’influenza dell’estrogeno, le cagne possono essere più attive, urinare più spesso, e ciò avviene con certezza in presenza di cani, e si comportano in modo recettivo con i cani maschi o addirittura con i loro padroni. Una femmina in calore qualche volta alza la gamba per urinare e sembra aumentare il marcamento del suo territorio con l’urina. Sotto l’influenza dell’estrogeno, alcune cagne uggiolano e si lamentano di più, altre saranno più nervose e irritabili,altre addirittura monteranno maschi o femmine non in calore. Ci sono tuttavia alcune false credenze da sfatare sull’accoppiamento sia nelle femmine sia nei maschi. Per esempio, non è necessario che una cagna abbia una figliata. Questo non la rende né più matura né più stabile. Sotto l’influenza del FSH (ormone ipofisario che stimola la produzione dell’estrogeno), l’estrogeno viene prodotto stagionalmente nelle ovaie della cagna ma poi, dopo l’ovulazione, diventa dominante l’altro ormone femminile, il progesterone. Questo è un ormone di grande interesse. Probabilmente ha un effetto calmante sulla mente del cane…”

Bruce Fogle “La mente del cane”.
  • finita la fase dell’Estro, sarà la volta della fase del Metaestro. Esteriormente il calore potrebbe sembrare finito, la vulva si sgonfia e niente più perdite ma a livello ormonale tutto cambia. E’ in questa fase che arriva la produzione del progesterone, sia che avvenga o che non avvenga la fecondazione. E’ l’aumento del progesterone che in questo periodo può portare a quella che comunemente viene chiamata “gravidanza isterica”, complice anche l’aumento della prolattina, l’ormone che serve per la produzione del latte materno . Solo dopo 9/12 settimane il livello di progesterone cala.

“Nella mente e nel corpo, la femmina pensa di essere incinta e l’intera faccenda finisce solo quando il suo livello di progesterone, l’ormone della gravidanza, scende al suo livello normale.”

Bruce Fogle, “La mente del cane”
  • E’ la volta poi della fase dell’Anestro. E’ a questo punto che tutti i livelli ormonali tornano nella norma. Questo periodo di “pace”- in cui la cagna non è fertile – può durare da diverse settimane a parecchi mesi, fino a quando non ricomincerà la fase del Proestro dando nuova vita “a tutta la giostra”.

Orientarsi nelle 4 fasi del ciclo può apparire una cosa difficile, vista la variabilità che può esserci tra soggetto e soggetto.

La buona notizia è che questa soggettività tende a ripresentarsi ad ogni ciclo e questo vi agevolerà molto per calcolare la durata delle varie fasi nei cicli della vostra femmina. La cattiva notizia è che vi toccherà fare parecchi calcoli perché la vostra amata femmina di Barbone non andrà in menopausa ma con l’avanzare dell’età il calore può ridursi ad uno solo l’anno.

Per le riflessioni riguardo la decisione di sterilizzare o no vi consiglio l’articolo “Castrare o non castrare? Una scelta difficile”

Scritto da: Valeria De Filippi

Foto in copertina di: Luli di Marialuisa Bosco