Meglio collare o pettorina?

Come tutti quanti, anche io mi sono domandata se per il mio barbone, fosse meglio il collare o la pettorina.

Ricordo a chi legge che non sono un tecnico. Riporto la mia esperienza personale e le conclusioni a cui sono arrivata dopo le centomila domande a cui mi ha portato il mio “barbone da slitta”.  Rimando però ad un altro articolo il discorso del “tira al guinzaglio”.

Avendo anche io sentito da “mio cugino”, “la vicina”, “il passante”, “il postino”, “l’esperto della tv” ecc… e letto un po’ ovunque dei cento mila danni che può arrecare “questo o quello” e per di più avendo un cane che tira (ma che per fortuna ora non tira quasi più) …inizialmente cambiavo strumento, nella speranza che “stando più comodo” smettesse di tirare. Dopo aver speso tantissimi soldi ho capito che era un ragionamento con poco senso. Ho avuto però la possibilità di rendermi conto che “ collare, pettorina e similari” sono solo strumentiragionamento che NON vale per il collare a strangolo, elettrico o con punte…. quelli sono strumenti ma di tortura-, ognuno con pro e contro, la differenza sta tutta nell’uso che se ne fa.

Sulla pagina Facebook del “Gentle Team” potete leggere un post molto interessante, dove troverete anche raffigurati collare e alcuni modelli di pettorine.

Lo trovo un post molto bello soprattutto perché mette in evidenza che, nella scelta tra collare e pettorina, si deve pensare al cane e al contesto in cui verrà usato. Non esiste in assoluto uno strumento buono e uno che arreca danni (lo strangolo e similari invece arrecano sempre danni, sia fisici che psicologici). Esiste il saper capire su chi, come e quando usarli. Mi rendo conto che non è proprio una cosa semplice da fare, ma già se leggendo le parole di Alexa Capra e guardando le immagini vi porrete delle domande, sarete già a metà strada.

Vi riporto integralmente il post del Gentle Team, ma potete anche leggerlo seguendo il link qui sotto:

Gentle Team – post collare fisso o pettorina

“Buttato via il collare a strangolo, la scelta è tra collare fisso e pettorina. Il collare a nastro può essere una buona scelta per i cani che verranno liberati (es. passeggiata in campagna, attività sportiva con cane libero, apprendimento, gioco…). La pettorina è un’ottima scelta per una passeggiata al guinzaglio. Ma… le pettorine non sono tutte uguali! Purtroppo si vedono pettorine che non sono state costruite pensando al movimento del cane. Preferite le pettorine dette a H, o a Y, che permettono il movimento dell’anteriore, e pettorine con la fascia toracica non troppo vicina ai gomiti (non deve comunque superare lo spazio della gabbia toracica). Nei disegni è evidente l’effetto della pettorina sul movimento del cane, immaginato per un cane che corre con linea da traino. Le pettorine per i cani che partecipano a corse, con conduttore a piedi, in bicicletta, con kart o slitta, permettono di avere la massima libertà di movimento e la migliore distribuzione del carico.”

iFoto di Dogtivity Hundertraining. Das “Norweger”-Geschirr

 

Foto di Dogtivity Hundertraining. Das Sattelgeschirr

 

Foto di Dogtivity Hundertraining. “Der Klassiker” – das Y-Geschirr (abhängig vom Schnitt auch H- oder X-Geschirr genannt)
Foto di Dogtivity Hundertraining. Das Zuggeschirr.
Foto di Dogtivity Hundertraining. Halsbändern

Da parte mia, per il mio cane, ho scelto di usare collare a nastro e pettorina ad H.

Ho buttato via tutto il resto! Non gradisco neanche i collari salvapelo per il barbone, perché dentro hanno lo strozzo. Mi piacciono un po’ imbottiti e con la chiusura di sicurezza. Io ho difficoltà a comprarli nei negozi perché o non sono abbastanza imbottiti o quelli che mi piacciono sono sempre troppo grandi per il collo del mio cane. Quelli perfetti li ho trovati in rete da 4Happy e se avete la mia stessa difficoltà vi invito a visitare il loro sito www.4happy.it

Vi auguro di trovare lo strumento più adatto al vostro cane ma di spendere meno di soldi di me!!!