Lavare il Barbone

La domanda più comune che fa un nuovo proprietario di barbone è:

“Quanto spesso posso lavare il mio cane” e ancora prima : “Posso fare il bagno al mio cucciolo? E con cosa posso lavarlo?”.

Iniziamo a rispondere a queste ultime domande. Do per scontato che abbiate preso un cucciolo tra i 60 e i 90 giorni di vita…

…si potete lavarlo con uno shampoo delicato per cuccioli o per pelli sensibili tipo “Allercalm” o lo shampoo per cuccioli Nutri-derm o anche lo shampoo per cuccioli di Natural Derma Pet

Scopri i cosmetici migliori nel nostro e-shop cliccando QUI

No aceto, shampoo o bagnoschiuma del supermercato, no Svelto anche se lo vedete bello sporco e non vedete l’ora di dargli una bella sgrassata. A parte gli scherzi, i cuccioli si possono lavare anche se gli manca una vaccinazione ma la cosa importante è non fargli prendere freddo e lavarlo a casa, NO IN TOELETTA se non ha completato il ciclo vaccinale.

Quindi direi che le regole da seguire sono:

  • Prima di fare il bagno il barbone va quasi sempre prima pettinato, ma non sempre, dipende dalla tessitura del pelo.
  • Fare il bagno quando sapete che il cucciolo non uscirà più di casa così da non prendere freddo.
  • Scaldare la stanza dove si lava il cane.
  • Usare acqua tiepida (37°) come se facessimo il bagno a nostro figlio.
  • Non spaventare il cucciolo con l’acqua. Bagnare prima il sedere e poi proseguire verso la testa senza mettere direttamente il getto sul muso.
    Cercare di non far andare l’acqua nelle orecchie, se non asciugate molto molto bene possono portare otiti. Molti mettono del cotone per evitare che l’acqua penetri accidentalmente.
  • Stare attenti a non lasciarlo troppo tempo bagnato senza l’acqua calda sul corpo mentre lo insaponate.
  • Risciacquarlo molto bene, soprattutto sotto la pancia.
  • Preparare tanti asciugamani per tamponarlo (non strofinate altrimenti il pelo si annoda) una volta finito il bagno. Ci sono anche in commercio dei panni speciali che servono per togliere l’acqua in eccesso e sono molto utili.
  • Asciugatelo con phon o soffiatore (CLICCA QUI e guarda le nostre proposte) e spazzolatelo di tanto in tanto mentre asciugate. Il soffiatore è potente e un po’ rumoroso, forse per le prime asciugature per un cucciolo è più adatto il phon per capelli, se avete il phon della Dyson ancora meglio!
  • Le prime volte può essere che il vostro cucciolo non gradisca molto il bagno quindi il consiglio è di farlo con l’aiuto di qualcuno in modo tale che non ci sia il rischio che riesca a sfuggirvi tutto bagnato.

Non vi preoccupate, con il tempo diventerete pratici e il cagnolino ben disposto e tutto sarà più semplice.

Per quanto riguarda la domanda sul “quanto spesso lavarli”

…dipende da voi e dal vostro cane.

Con il mio per esempio non posso superare i 15/20gg altrimenti puzza troppo e nella stagione delle piogge devo dire che sarebbe meglio una volta a settimana (sarebbe meglio per il mio naso, lui ne fa a meno volentieri).

Le tempistiche indicative comunque sono:

Barbone da compagnia: a pelo lungo ogni 15/20 giorni, 20/30 giorni se tenuto con il pelo più corto. Onestamente io non sono  mai riuscita a non lavarlo per un mese. Anche per un barbone di famiglia 30 giorni senza bagno sono veramente troppi per il suo pelo a crescita continua.

Barbone da esposizione: ogni 7/10 giorni ma se di colore bianco, grigio o albicocca anche ogni 5 giorni e sempre prima dell’Expo.

Detto questo mi sembra giusto ricordare che la cosa ideale è proprio iniziare con regolarità a lavarli, toelettarli e pettinarli proprio da cuccioli in modo tale che si abituino e non vivano queste operazioni come delle torture. Ci tengo a soffermarmi un attimo su questo perché certe volte mi si fraintende quando dico “abituarli”… abituarli non significa sovraesporre a spazzolate e manipolazioni, abituare è fare le cose in un certo modo e arrivare a non renderle stressanti per il cane. Per approfondire tutto questo vi invito a leggere l’articolo: “Il cane non si fa spazzolare, e/o toccare, e/o simili.” E “Cooperative Care”

Il barbone è un cane che necessita di cure, se lo si vuole far vivere bene e in salute… cercate di far diventare quei momenti piacevoli!

Io mi sono aiutata con qualche premietto, pazienza e molta calma e tranquillità. L’aiuto più grande però lo ho ricevuto dal corso che ho fatto (e ancora faccio) di Cooperative Care con Stefania Buonarota, esperta di questa fantastica disciplina.

Anche usare le spazzole giuste e i prodotti migliori aiuta molto. Nel nostro shop-online potete trovare le migliori spazzole per il pelo del Barbone e dei suoi amici a pelo lungo. Devo dire che il mio barbone oramai è quasi contento anche di fare la pulizia delle orecchie con tanto di strappo di peli, operazione che trovo veramente fastidiosa ma che con le giuste accortezze può essere ben tollerata.

Un cane ben tenuto ma anche ben trattato durante le manipolazioni, è anche un cane più sereno e più felice. Serve applicazione da parte del proprietario ma ne vale la pena!

Scritto da: Valeria De Filippi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.